ICONE DELLA MODA


Tecnica: fotoritocco con Apple Pencil e Adobe Fresco

“In semiologia, un’icona é un tipo di segno che riproduce una o più caratteristiche della realtà che denota; nella moda, un’icona é un tipo di sogno che rispecchia una o più caratteristiche della realtà che nota” Loredana Storani

Potrei semplificare così l’idea che si concretizza nella mia mente quando penso a un’icona della moda; un sogno che diventa qualcosa di reale, tangibile e indossabile. Lo sanno bene coloro che del fashion, del pret-a-porter, del brand di lusso, dello streetwear e del casual hanno fatto il proprio mestiere e lo sanno bene coloro che possono regalare ogni giorno un sogno a chi sa apprezzare i segnali di quell’universo di proposte in perenne espansione che sono le case di moda. In questa galassia di emozioni, fatta di stelle cadenti, nascenti e immortali, fluttuano, come corpi celesti pulsanti di inesauribile energia, i creatori di moda, strane creature sempre in bilico tra creatività e profitti stellari. La loro essenza é a volte impalpabile ed evanescente per i comuni mortali, altre volte si materializza in aspetti che nulla hanno a che fare con il mito per indossare umili panni di persone semplici, come tutti noi. La loro vita ci affascina e ci sfugge allo stesso tempo.

Dolce & Gabbana

LA PAROLA D’ORDINE DELLA SFILATA DI D&G alla MilanoFashionWeek 2022 É

RIDONDANZA

In passerella, sfilano audaci modelli con addominali e zigomi scolpiti adorni di catene, perle e strass o nascosti da imbottiture esageratamente gonfie, mentre un cantante rap americano, adorno di piercing e borchie appuntite si esibisce con outfit al limite del kitsch con ridondanti paillettes luminescenti. Musica, video, colori, abiti, perle, pellicce che non sono pellicce, revers “fuori controllo”, graffiti, animalier zebrati e leopardati, loghi impazziti, unghie d’acciaio e tanta, tanta, ridondanza.

Un’ubriacatura dei sensi che non vuole finire mai… che il countdown abbia inizio…

GIANNI VERSACE

GIANNI VERSACE, la vera icona della moda é lui, così barocco, così stilisticamente legato alla sua Terra, così tragicamente immortale. Nella mia memorie é fissato indelebile il ricordo di quel caldo pomeriggio di luglio, quando la mano armata della giovane vittima caduta nel vortice del sorriso di Medusa, mise fine per sempre alla favola creativa di quello stilista venuto dall’Italia.

LA FEMME FATALE VELATA DI MISTERO tecnica: disegno a mano libera e animazione con Adobe Fresco

GIANNI VERSACE

Il brand VERSACE sceglie ancora una volta la Magna Grecia per la location della sua sfilata Primavera/Estate 2021; tra ruderi poggiati silenziosamente a terra e formelle con teste di Medusa mute testimoni di modelli che si avvicendando audaci su una terrosa passerella, mentre il suono continuo dell’acqua invita all’immersione totale dei sensi.

Versace é cosi: plateale, vistoso, coloratissimo e provocatorio, anche quando sceglie di far sfilare le sue modelle con forme morbide che “burrosamente” ondeggiano tra preziosi tessuti.

L’EVOLUZIONE DEL LOGO


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.