Achille Lauro: tra sacro & profano

il mantello firmato GUCCI

La scena citata da Achille Lauro del grande affresco è “San Francesco rinuncia ai beni terreni” o “Rinuncia agli averi”, la quinta delle ventotto scene del ciclo di affreschi delle Storie di San Francesco d’Assisi, dipinta tra il 1295 e il 1299.

Storicamente la scena della rinuncia di Francesco si svolse in piazza del Duomo a Foligno. Nell’affresco, a sinistra, c’è Pietro Bernardone, il padre di Francesco, col volto contratto, dalla notevole espressività, viene trattenuto da un uomo per un braccio. La forza della scena sta nel fatto che pare voglia lanciarsi contro il figlio, alle sue spalle invece ecco il resto della cittadinanza.. Dall’altra parte della scena, invece, c’è san Francesco spogliato che prega al Cielo, verso Dio benedicente, la cui mano appare tra le nuvole.

TRATTO DA fanpage.it

“San Francesco rinuncia ai beni terreni” scena V STORIE DI SAN FRANCESCO basilica di Assisi

il Santo più famoso d’Italia si sveste rinunciando ai beni terreni, alle sicurezze paterne e alle convenzioni borghesi.

da Giotto a Schiaparelli passando per Gucci

https://www.ricamoaltamoda.it/blog/elsa-schiaparelli-il-talento-dell-eccentricita

San Francesco e il lupo

Nel capitolo XXI de “I fioretti di San Francesco” si narra che, al tempo in cui San Francesco abitava nella città di Gubbio, nella campagna circostante apparve un lupo terribile e feroce che divorava tutti gli animali. Gli abitati della città erano talmente terrorizzati, che più nessuno osava uscire dalla città. Decisero quindi di armarsi e iniziare la caccia al lupo. San Francesco, allora, ebbe compassione degli uomini e decise di andare incontro al lupo.

Quando il lupo gli si fece incontro con la bocca spalancata, San Francesco gli si avvicinò, chiamandolo “fratello lupo” e gli comandò in nome di Cristo di non fare male a nessuno. Come per miracolo, appena fatto il segno della croce, il lupo terribile si fermò, poi si avvicinò mansueto e si accovacciò ai piedi di San Francesco. Allora il Santo aggiunse che era ormai tempo di fare la pace con gli uomini: se il lupo l’avesse osservata, senza far male né all’uomo né ad altri animali, egli l’avrebbe fatto nutrire dagli uomini di quella città per tutta la vita.
Il lupo promise piegando il capo, quindi sollevò la zampa e la pose nella mano di San Francesco. Allora il santo gli ordinò di seguirlo senza timori. Il lupo lo seguì come un mite agnello.

fratello lupo

I FIORETTI DI SAN FRANCESCOhttp://www.santagostino.net/Lupo/lupo-Fioretti.htm

ART TRIBUNE

APROFONDIMENTO

LA SIMBOLOGIA DEL TAU: il TAU é un emblema di fede, il simbolo con cui SAN Francesco d’Assisi amava firmare le lettere e le benedizioni. Il TAU é l’ultima lettera dell’alfabeto ebraico ed é indicato nella Bibbia come rappresentazione della salvezza; nel nostro alfabeto, corrisponde alla lettera T.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.